Silmo Paris – Day 1: energia collettiva

Si è aperta ieri, venerdì 24 settembre, la 54esima edizione di Silmo Paris: una prima giornata all’insegna dell’energia collettiva e del piacere di ritrovarsi fisicamente a un trade show internazionale, il primo in Europa dal 2020.

Da quello che abbiamo visto, la presenza di espositori e visitatori appare ottima anche perchè è enfatizzata dall’oculata gestione degli spazi. La fiera è infatti allestita sui tradizionali 2 padiglioni, al loro interno suddivisi in percorsi tramite pannelli di separazione che ne riducono notevolmente le dimensioni. 

Visto a SILMO PARIS 2021

Frizzanti gli stand dove si confermano alcune tendenze di stile: il vintage contemporaneo – con una rivisitazione di costruzioni retrò e tributi alle icone del passato come Jackie O’ e Audrey Hepburn (leggi qui) – l’eleganza lineare, lo streetwear di design, l’acetato che domina sui materiali e consente uno studio del colore anche nelle trasparenze. 

Una prova generale per i trade show su scala internazionale

I primi segnali del settore sono quindi positivi e questo entusiasmo fa ben sperare: Silmo Paris appare come una prova generale per l’evento degli eventi, l’attesissimo MIDO.