L’editoriale di Vision.biz: “Numero ricco, mi ci ficco”

Il numero di Vision.biz che avete tra le mani è davvero ricco, perché offre tanti spunti di riflessione all’industria, e altrettanti – se non di più – al trade. Spunti che richiamano aspetti sempre più salienti nel settore.
Si parte con i dati Gfk dei primi 10 mesi del 2020, un modo per sentire il polso delle vendite dopo un anno che costituirà certamente uno spartiacque. E non solo per l’occhialeria. Si prosegue con l’avvio di un nostro monitoraggio trimestrale dell’offerta di fashion eyewear sui più noti rivenditori online che ha lo scopo di comprendere sempre di più il digitale per migliorare il fisico.
Altro punto nevralgico del numero è senz’altro l’articolata inchiesta che abbiamo dedicato alla sostenibilità della produzione, ormai diventata una conditio sine qua non per una certa parte della clientela (la cui quota viene data decisamente in crescita, soprattutto tra le giovani generazioni) nelle proprie scelte d’acquisto. Focus che per noi è un’occasione per puntare i riflettori sui brand che considerano prioritarie trasparenza e responsabilità nel rispetto dell’ambiente in cui viviamo.
Infine, vi consiglio di fare il test che pubblichiamo a pagina 50, che serve a valutare la salute della vostra attività e che adotta la tecnica Swot, messa a punto per esaminare i punti di forza e di debolezza, le opportunità e i rischi di un’impresa. Certo è solo un test… ma, se fatto bene, costituisce quella preziosa opportunità di autoanalisi che è alla base di ogni efficace ripartenza. E all’inizio di un anno complesso e incerto come si profila il 2021, è quel che ci serve per ritrovare l’equilibrio smarrito nel precedente.

Vito Sinopoli