Fielmann decolla nel primo semestre 2019

La filosofia orientata al cliente e alla visione 2025, sembra aver premiato Fielmann che nei primi sei mesi dell’anno ha visto i ricavi inclusa IVA crescere del 7.5% (884,4 milioni di euro rispetto agli 823,0 milioni dell’anno precedente) e il fatturato consolidato salire del 6.6% fino a raggiungere 758,2 milioni (711,5 milioni nell’anno precedente). L’utile ante imposte ammonta a 127,6 milioni di euro (anno precedente: 116,1 milioni di euro) e l’utile netto a 88,3 milioni di euro (anno precedente era 80,4 milioni di euro). 4,1 milioni gli occhiali venduti (+ 0,3% rispetto all’anno precedente). Di questi 2,1milioni sono stati venduti nel secondo trimestre ammonta a 2,1 milioni (anno precedente: 2,1 milioni). Sempre nel secondo trimestre i ricavi sono cresciuti del 6,1% a euro 446,8 milioni (anno precedente: 421,3 milioni di euro) e il fatturato consolidato è salito del 6,9% arrivando a quota 386,4 milioni di euro dai 361,6 milioni di euro dell’anno precedente. Da aprile a giugno sono apparsi in aumento l’utile ante imposte, che è salito a euro 60,5 milioni dai 54.8 milioni dell’anno precedente, e l’utile netto che è passato da 37,9 a 41,7 milioni di euro.

I dati sono contenuti in una nota nella quale l’azienda comunica l’intenzione di “aprire almeno altri 4 negozi al sud delle Alpi quest’anno” e di investire nel 2019 e 2020 più di 200 milioni nel proprio business model omnichannel, nello sviluppo della rete delle filiali e nell’espansione internazionale. Dopo aver acquisito il 1° settembre 2019, il 70% del leader del mercato sloveno Optika Clarus, Fielmann ha annunciato anche che ”entrerà in quattro nuovi mercati nei prossimi anni per crescita organica e acquisizioni”.