DaTE 2022: un laboratorio di trend a misura d’uomo

Ultima giornata per DaTE: lo show fiorentino dell’eyewear d’avanguardia che ha aperto i battenti sabato 10 settembre alla Stazione Leopolda (leggi qui) si conclude oggi in un clima estremamente propositivo. “Siamo molto contenti di ospitare questa manifestazione – ha dichiarato Federico Gianassi, Assessore al bilancio, partecipate, commercio e attività produttive, fiere e congressi, rapporti col Consiglio Comunale e con la Regione Toscana – perchè s’inquadra perfettamente nella filosofia che vogliamo sposare per la nostra città. Firenze è simbolo di eccellenza, bellezza e laboriosità; eventi come questo sono quindi fortemente voluti poiché si inseriscono nel percorso che immaginiamo adatto e coerente per il capoluogo toscano. Negli ultimi mesi la città sta ripartendo e anche il sistema fieristico è tornato a riunirsi, quindi si riconferma la vocazione fiorentina per l’eventistica e per le manifestazioni di alto livello. Cerchiamo perciò di valorizzare questa ripartenza, mettendo a disposizione il nostro patrimonio di particolari location vicino al centro storico che si adattano a questo tipo di manifestazioni di alta qualità, come appunto DaTE“.

L’Assessore Federico Gianassi insieme a Francesco Gili, COO di MIDO e DaTE

E’ il sesto anno in cui siamo qui – ha aggiunto Francesco Gili, COO di MIDO e DaTE –  e in questa location riscontriamo un valore aggiunto per espositori e visitatori, che hanno la possibilità di vivere la città oltre il momento fieristico. Firenze offre il vantaggio di una città a misura d’uomo, con un’offerta logistica importante. Per le aziende, gli ottici e tutti i player del settore c’è quindi l’opportunità di fare networking più facilmente anche al di fuori delle mura che ospitano la manifestazione”.

DaTE, un laboratorio di trend

Come ha rilevato il Presidente di DaTE, MIDO e Anfao, Giovanni Vitaloni, nell’intervista esclusiva che ci ha rilasciato (leggi qui), si delineano o riconfermano alcune tendenze. Ecco una preview dei trend visti a DaTE, di cui parleremo approfonditamente sul numero di ottobre di Vision.biz.

Genderless reloaded

Io Unconventional

Primo fra tutti un ritorno al concetto di genderless, che si esprime  con le forme geometriche, in particolar modo rettangolari, sia bold sia lightweight.

Vintage contemporaneo

Casa Blanca

Una rivisitazione del vintage, con una speciale attenzione agli anni ’60. Uno stile retrò rivisitato con tocchi di contemporaneità nel colore, nei materiali e nelle tecnologie.

Personalizzazione sostenibile

Einstoffen

Un’altra tendenza che prosegue in maniera rilevante è legata alla custmizzazione del prodotto, con un grande interesse per gli acetati personalizzati: lastre create ad hoc in abbinamento alla ricerca di materiali sostenibili. Lo sviluppo di bio acetati con trame sempre più particolareggiate e difficili da ottenere è una sfida su cui il mondo dell’occhialeria sta lavorando tenacemente.