“Una storia che si vede”, la storia di Lozza in una serie animata

Lozza  ha appena lanciato un interessante progetto per raccontare i suoi oltre 140 anni di storia. La serie in 8 episodi “Una storia che si vede” nasce infatti per per rappresentare il percorso del marchio negli anni attraverso la tecnica del mixed media, in cui il collage fotografico si mescola con elementi grafici creati digitalmente.

Per la realizzazione è stato ingaggiato lo studio TIWI di Reggio Emilia, specializzato in produzioni audiovisive e motion graphic, assieme a SSG Creative Factory che ne ha curato l’idea, lo sviluppo e la direzione creativa. La serie celebra appunto l’heritage di Lozza attraverso la tecnica della grafica animata, con un mix di illustrazione realizzata a mano e collage fotografico.

Co-protagonista della serie è la maestosa sequoia gigante di Faé, sopravvissuta al disastro del Vajont, attraverso la quale viene raccontato il legame del marchio con il proprio territorio. Per la realizzazione di ogni episodio, partendo da materiali d’archivio fotografici e dai modelli più iconici di Lozza, sono stati inseriti elementi e colori che potessero rappresentare nel modo più fedele possibile ogni decade di riferimento.

Infine, ogni epoca di riferimento si riflette nella scelta dei colori e dei pattern utilizzati nelle illustrazioni, differenti per ogni episodio. La stessa sequoia cambia: cambiano i colori e cambiano le fotografie con cui si compone la sua chioma, come se fosse parte delle vicende umane di ogni epoca.