Transitions come “generatore di valore” per il centro ottico

Formazione, tecnologie innovative, campagne ADV, attività di street marketing: questi gli asset strategici di Transitions per supportare i partner ottici a conquistare i propri clienti.

Il 2021 è stato per Transitions un anno di crescita fuori dal comune”, afferma Alessandra Barzaghi, Country Director Transitions Italia. “Maggio e Giugno sono stati due mesi da record anche rispetto al 2019 con una crescita a doppia cifra”. Un incremento anche in termini di valore, a riprova del fatto che il successo è stato ottenuto senza necessità di ricorrere a strategie commerciali aggressive. Tra le leve di questa strategia vincente “un grande investimento di Transitions sulla visibilità lato trade e lato consumer”, spiega Maristella Rizzo, Marketing Manager Transitions Italia.E anche una serie di attività comunicative e iniziative di formazione messe in campo per i nostri partner ottici con l’obiettivo di valorizzare la notorietà di marca e, soprattutto, di spingere il cliente ad interessarsi al prodotto, desiderarlo e recarsi nel centro ottico”.

transitions2

Generatore di valore

L’alta percentuale di soddisfazione dei portatori verso il brand – oltre l’87% – aiuta ad incrementare anche il tasso di fidelizzazione a beneficio del centro ottico. “In base a una recente analisi di mercato, siamo nella Top 3 dei brand del settore ottico più conosciuti in Italia”, afferma Rizzo. Un riconoscimento notevole, “che va valorizzato e capitalizzato anche presso i punti vendita”. Da qui l’idea di un’attività di comunicazione intensa e su più fronti.

La strategia di comunicazione

Nella prima parte dell’anno, Transitions ha dato vita a una campagna media nazionale di due mesi (aprile e maggio) ad alta visibilità: oltre 9000 spot trasmessi su canali premium negli orari di prime time, che hanno interessato un’audience di 24 milioni di utenti con oltre 200 milioni di visualizzazioni. “L’intenzione è stata quella di dare al brand un’ampia visibilità e facilitando il ricordo spontaneo, generando valore reale per i consumatori e per i centri ottici che lo propongono”, illustra Rizzo.

transitions3La campagna focalizzata sul colore

Focus della campagna 2021 sono stati gli irresistibili Style ColorsAmbra, Ametista, Smeraldo e Zaffiro – che consentono di creare l’abbinamento perfetto con ogni montatura e, secondo alcune recenti analisi di mercato, riescono a triplicare l’interesse di acquisto. “Una vera calamita per la vendita e rappresentando una porta d’ingresso nella categoria” afferma Rizzo.Il 60% di portatori di Style Colors dice di aver acquistato Transitions per la prima volta. Ecco il motivo per cui li facciamo vedere continuamente ai consumatori, facendo ingenti investimenti su campagne pubblicitarie in TV ma anche sui social network attraverso attività di local marketing che puntano allo Store Locator di Transitions, presente su mytransitions.it, attraverso cui è possibile trovare i centri ottici partner più vicini”. Uno strumento di interesse per il professionista della visione per essere trovato con più facilità dai potenziali clienti. Ma non solo. Sul portale professionale mytransitions.it gli ottici possono trovare numerosi materiali interessanti da scaricare e utilizzare nei propri canali di comunicazione, via social media oppure attraverso WhatsApp, creando una connessione ancora più profonda con il brand e proseguendo il racconto in negozio.

Il nuovo piano marketing e comunicazione

La seconda parte dell’anno si muove nella stessa direzione con un piano marketing e comunicazione strutturato ed impegnativo. Prenderà il via a settembre e proseguirà per quattro settimane la seconda wave di campagna media 2021 che coinvolgerà TV nazionale, TV on demand, piattaforme digitali e social media, per una comunicazione a 360° che riveli il lato più cool dell’oftalmica, raccontando la veste eclettica e dinamica della tecnologia. L’investimento sarà consistente e fornirà il giusto sprint per tutta l’attività di comunicazione messa in atto da Transitions. “Ci siamo rivolti non solo al nostro core target – i portatori di progressive – ma anche e soprattutto alle fasce più giovani, ovvero quello spazio aperto in cui c’è possibilità di crescere”, spiega Rizzo. “La nostra strategia prevede di continuare a comunicare sui social media per incuriosire e incrementare il drive to store dei clienti interessati”.

Il format social

A settembre arriva il format social dal titolo Transitions Light Expert Talks – Esperienze da condividere che prevede il coinvolgimento diretto di alcuni ottici indipendenti partner Transitions. “Ci piace pensare fuori dagli schemi”, continua Rizzoe, se nella prima parte dell’anno abbiamo coinvolto portatori reali che hanno condiviso la loro esperienza con le nuove Transitions Signature Gen8, è ora il momento di coinvolgere i professionisti della visione”. Sono stati selezionati sei profili di ultra appassionati di Transitions che credono nel brand e lo raccomandano con successo. Sono state realizzate delle mini capsule video con il doppio scopo di condividere la loro esperienza con i colleghi ottici dando suggerimenti su come proporre le lenti Transitions e – forte della sua posizione di prescrittore – di parlare al consumatore finale infondendo fiducia e competenza.

Le tematiche principali toccate dagli ottici:

  • come si fa a riconoscere un cliente tipo,
  • quali sono i bisogni a cui Transitions risponde,
  • l’attivazione della lente come WOW factor per stupire,
  • quali sono i migliori consigli di protezione e stile. Tutti i contenuti verranno veicolati sui canali online e social di Transitions Italia.
  • i contenuti saranno veicolati sui canali online e social di Transitions Italia.

L’iniziativa Phygital

Alla classica attività di comunicazione, Transitions affianca anche una modalità innovativa dall’allure futuristica. “Abbiamo attivato una collaborazione con un’agenzia media che installa proiezioni olografiche ad alta definizione, così realistiche da rendere impercettibile il confine tra verità e finzione!”. Un’attivazione in un luogo simbolico di partenze e ripartenze, come la Stazione Centrale di Milano. “Così come l’Italia riparte anche noi diamo un segnale di ripresa”, spiega Maristella Rizzo. “Saremo presenti con uno spot corporate di 60 sec su un mega schermo di 5×3 metri in un contesto di grande passaggio negli stessi giorni in cui Milano accoglie la Fashion Week. Si tratta di una iniziativa Phygital – parte da un luogo fisico ma viene amplificata con strumenti digitali – perfettamente nelle nostre corde di brand all’avanguardia”.