Lorraine Berton è la nuova Presidente di ANFAO

Si è svolta nella splendida cornice della Scuola Grande della Misericordia a Venezia l’Assemblea di fine anno di ANFAO in cui, oltre a essere presentato il nuovo programma, sono stati eletti i vertici che guideranno l’associazione per i prossimi quattro anni. Per la prima volta nella storia dell’Associazione, il ruolo di Presidente è stato affidato a una donna: Lorraine Berton è infatti stata eletta alla guida di ANFAO. Giovanni Vitaloni è stato riconfermato presidente di MIDO e delle relative attività commerciali.

Già Vicepresidente ANFAO, con delega alle Relazioni Industriali, Lorraine Berton ha una grande esperienza nel settore. Imprenditrice, è titolare, con la sorella Elena, dell’azienda ARLECCHINO SRL che produce occhiali da 35 anni e della TWO B SRL. Berton vanta anche un ‘importante expertise nel Sistema Confindustriale, dove ricopre ad oggi anche la carica di Presidente di Confindustria Belluno Dolomiti. Presidente, inoltree, dell’Ente Bilaterale Occhialeria e della Commissione Sindacale ANFAO ha deciso, per spirito di servizio e consapevole di poter svolgere un lavoro importante, di mettersi a disposizione del Sistema.

Lorraine Berton succede a Giovanni Vitaloni, che dal 2017 ha ricoperto la carica di Presidente ANFAO e a cui restano in capo le attività commerciali del Sistema (MIDO e DaTE attraverso la Presidenza di IES srl e di DaTE srl) ha sottolineato l’importanza di questo passaggio: “Intanto sono molto felice che vi sia una donna per la prima volta alla Presidenza di ANFAO e in particolare che questa donna sia proprio Lorraine Berton. Le sono molto grato, infatti, per questi anni in cui, da Vicepresidente, è stata una delle figure su cui ho potuto contare maggiormente per determinazione, esperienza, spirito di gruppo e iniziativa. Credo che per ANFAO e per tutto il Sistema sia davvero una risorsa importante averla oggi come Presidente, anche il livello della squadra messa in campo ne è già una bella dimostrazione”.

In merito alll’incarico conferitole, la nuova Presidente ha così dichiarato: “Trasparenza, coinvolgimento, innovazione e qualità sono i valori fondanti delle presidenze che mi hanno preceduto e che mi accompagnano da sempre nella mia esperienza nel Sistema Confindustria. La mia missione è continuare su questa strada di eccellenza, rafforzando tali principi e adattandoli alle sfide che il nostro settore e il mondo in generale ci pongono e ci porranno davanti nei prossimi 4 anni.  Il programma della squadra che guiderò è il risultato di un’analisi approfondita di ciò che abbiamo vissuto e affrontato nel recente passato. – ha poi aggiunto. – Abbiamo imparato che la velocità del mercato non è più l’unico aspetto da considerare; dobbiamo affrontare la “stabilità dell’incertezza” e riconoscere l’interconnessione sempre più evidente tra ambiente, economia, politica e sociale. In questo contesto, dobbiamo impegnarci seriamente in una transizione costante verso lo sviluppo sostenibile”.

Il nuovo consiglio di Presidenza

L’Assemblea, alla quale è stato invitato di dirtitto anche il Past President, è stata l’occasione per nominare anche il nuovo consiglio di Presidenza composto dai Vicepresidenti Sabrina Paulon, Massimo Barberis, da quest’anno Presidente del Gruppo Lenti ANFAO, Davide Degl’Incerti Tocci, Presidente del Gruppo Giovani ANFAO, Nicola Belli e Michele Gasparini.

Il Consiglio sarà poi affiancato da altri delegati per specifiche attività: Enrico Tormen, Renato Sopracolle e Paolo Pettazzoni sono stati confermati rispettivamente alla Commissione Tecnica, Eurom1 e Commissione Difesa Vista.

Il programma

Le direttrici principali che andranno a definire la strategia della Presidenza ANFAO 2023-2027 saranno principalmente incentrate sulla valorizzazione del Sistema associativo nel suo complesso, della manifattura e del Made in Italy. Un grande impegno sarà riservato al consolidamento delle Relazioni Industriali con un particolare focus sulla formazione.

Saranno potenziate le Relazioni Istituzionali nazionali e internazionali e ci si focalizzerà sul presidio del mercato interno e sull’incremento delle relazioni con la distribuzione e la classe medica. Altrettanto sostanziali saranno il presidio della normazione e della certificazione e il rafforzamento dell’analisi dei mercati e dell’internazionalizzazione. Fondamentale sarà inoltre attrarre giovani imprenditori e operare in un’ottica di innovazione e digitalizzazione.

Una particolare attenzione sarà posta alla sostenibilità, attraverso il supporto alle imprese e alla politica di settore in termini di ESG.

“La maggior attenzione alla sostenibilità, su cui ANFAO sta investendo e investirà molto, – ha spiegato Lorraine Berton – potrà dare ulteriore forza al Made in Italy dell’occhialeria, potendo garantire come marchio anche una maggior sostenibilità ambientale e sociale”.

Le linee programmatiche sono state indirizzate direttamente in deleghe operative alla squadra del Consiglio di Presidenza.

“Da parte mia come Presidente ANFAO – ha concluso Lorraine Berton – ci sarà un impegno trasversale con la squadra, un impegno forte sul territorio rivestendo in questa prima fase ancora il ruolo di Presidente di Confindustria Belluno, la gestione del rinnovo del CCNL attraverso la Presidenza della Commissione Sindacale e di EBO, e soprattutto il presidio delle relazioni istituzionali che sono la base per promuovere la nostra associazione e soprattutto il nostro settore in Italia e nel mondo”.

Gli appuntamenti

I primi importanti appuntamenti che vedranno impegnata la Presidente Berton e la sua squadra saranno il programma di formazione dedicato alle manager delle aziende associate nell’ambito del progetto Empowering Optical Woman Leadership che partirà in dicembre, la finalizzazione e il lancio della certificazione di sostenibilità CSE Certified Sustainable Eyewear e, ovviamente, MIDO che si svolgerà a Milano dal 3 al 5 febbraio 2024 nei padiglioni di Fiera Milano-Rho.