Bonus Vista: via libera del Garante ma manca l’attuazione

©Shutterstock

Secondo quanto riportato oggi dal Sole24Ore, il Garante della Privacy ha dato il nullaosta allo schema di decreto del Ministero della Salute che include il contributo una tantum di 50 euro per occhiali da vista o lenti a contatto correttive, acquistati tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2023. Questo incentivo, riservato alle famiglie con reddito Ise inferiore ai 10mila euro, si presenta sotto forma di voucher da spendere presso l’ottico o rimborso sul conto corrente (quest’ultimo per chi ha già sostenuto la spesa). Tuttavia, Commissione Difesa Vista ha precisato che, sebbene il Garante per la Protezione dei Dati Personali abbia dato il via libera dell’Autorità al Bonus Vista, il provvedimento non è ancora entrato in vigore poiché mancano ancora alcuni passaggi fondamentali quali la firma del Ministro dell’Economia e delle Finanze, il passaggio alla Corte dei Conti e, successivamente, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Solo dopo quest’ultimo passaggio il provvedimento entrerà in vigore rendendo il bonus fruibile.